Verso l’Oppland via Oslo

Ci sve­glia­mo intor­no alle 7 nel­l’area di sosta indi­vi­dua­ta la sera pri­ma a Treun­gen, sul­le spon­de del lago Nis­ser, nel­la con­tea di Tele­mark. Poco per vol­ta esce il sole, a que­st’o­ra già alto ma coper­to da qual­che nuvo­la. Dal momen­to che la tem­pe­ra­tu­ra è pia­ce­vo­le, apria­mo il tavo­li­no pie­ghe­vo­le e alle­stia­mo la cola­zio­ne all’e­ster­no, men­tre nei cam­per accan­to a noi anco­ra si dor­me. Jet­te­gry­te­ne Par­tia­mo per Jet­te­gry­te­ne, una serie di

Fiordi est 1

Ci sve­glia­mo nel­la spiag­gia del­la Hval­nes Natu­re Reser­ve dove abbia­mo tra­scor­so la not­te e ci avven­tu­ria­mo ad esplo­rar­la. Tro­via­mo peco­re che bru­ca­no non lon­ta­ne dal­l’ac­qua ma che si spa­ven­ta­no non appe­na ci avvi­ci­nia­mo. Fau­ska­san­dur Ci rimet­tia­mo sul­la stra­da e, poco oltre il capo, tro­via­mo il sole che illu­mi­na una bel­lis­si­ma costa roc­cio­sa arti­co­la­ta da pro­mon­to­ri e pic­co­li fara­glio­ni. Ci fer­mia­mo in un’area pic­nic con vista spet­ta­co­la­re sul­la bel­lis­si­ma spiag­gia nera