Monte Skåla

Monte Skåla

Sve­glia 6:45: il cie­lo è com­ple­ta­men­te sere­no e il lago Lovat­net , illu­mi­na­to dal sole del pri­mo mat­ti­no, è mera­vi­glio­so. Ci per­dia­mo in una serie infi­ni­ta di foto­gra­fie pri­ma del­la cola­zio­ne. Pre­pa­ria­mo gli zai­ni: rispet­to all’e­scur­sio­ne alla cre­sta Bes­seg­gen, oggi ci vestia­mo a stra­ti ma con indu­men­ti più leg­ge­ri e ci avvia­mo in fur­go­ne ver­so la par­ten­za del­l’i­ti­ne­ra­rio. Lun­go la stra­da attra­ver­so la Loda­len ci sof­fer­mia­mo più vol­te per foto­gra­fa­re

Geirangerfjord

Geirangerfjord

Sve­glia alle 6:30: l’in­ten­zio­ne di oggi è quel­la di par­te­ci­pa­re al pri­mo tour del­la gior­na­ta sul Gei­ran­ger­f­jord (dovreb­be esser­ci meno gen­te e potrem­mo rimet­ter­ci in stra­da entro metà mat­ti­na). Secon­do il meteo, le pri­me ore del gior­no dovreb­be­ro esse­re le miglio­ri: inve­ce è anco­ra tut­to coper­to. Uffa! Fac­cia­mo cola­zio­ne e asset­tia­mo il fur­go­ne con cal­ma, lascian­do per­de­re, a que­sto pun­to, la pri­ma cro­cie­ra del mat­ti­no da 90’ e pun­tan­do sul­la

Lungo l'Atlanterhavsveien

Atlanterhavsveien

Ci sve­glia­mo nel­lo Rei­n­hei­men Natio­nal Park con il cie­lo com­ple­ta­men­te coper­to: fuo­ri dal fur­go­ne si gela! Ci lavia­mo la fac­cia nel tor­ren­te e fac­cia­mo cola­zio­ne nel­l’am­pia ed erbo­sa area pic­nic dove abbia­mo per­not­ta­to men­tre ricom­pa­io­no le nostre ami­che peco­re. Il silen­zio è inter­rot­to solo dal loro bela­to e dal­l’ac­qua che scor­re nel ruscel­lo. Ripren­dia­mo la Slå­dal­sve­gen e, in bre­ve, ci immet­tia­mo nel­la E136 che con­du­ce ad Åndal­snes. Troll­veg­gen Il cie­lo con­ti­nua ad

Lago Gjende sotto la cresta Besseggen

Besseggen

Ci sve­glia­mo alle 6:30 nel bosco lun­go Rid­der­sprang­ve­gen, ai mar­gi­ni del­lo Jotu­n­hei­men Natio­nal Park, nel­lo spot tro­va­to ieri sera: il cie­lo è com­ple­ta­men­te coper­to. Subi­to arzil­li, fac­cia­mo una rapi­da cola­zio­ne con lat­te e cerea­li e, con lo zai­no già pron­to dal­la sera pri­ma, ci sco­pria­mo addi­rit­tu­ra in anti­ci­po rispet­to alla nostra tabel­la di mar­cia. Non sapen­do bene quel­lo che ci aspet­te­rà oggi in quan­to a pos­si­bi­li­tà di piog­gia, ven­to e

Sognefjellet

Sognefjellet

Ci sve­glia­mo semi-con­­ge­­la­­ti nel cam­ping di Maur­van­gen. Con­su­mia­mo i 4 minu­ti di doc­cia con le mani che qua­si bru­cia­no sot­to l’ac­qua cal­da. Men­tre pre­pa­ria­mo la cola­zio­ne fac­cia­mo il pun­to del­la situa­zio­ne: oggi il cie­lo è coper­to, l’a­ria è geli­da e le pre­vi­sio­ni indi­ca­no piog­gia, for­se neve, quin­di del­l’e­scur­sio­ne alla cre­sta Bes­seg­gen non se ne par­la pro­prio. Doma­ni, inve­ce, il tem­po sem­bra più pro­met­ten­te: nien­te pre­ci­pi­ta­zio­ni e for­se qual­che rag­gio di

Peer Gynt Vegen

Jotunheim

Dopo l’ab­bon­dan­te piog­gia di ieri sera, ci sve­glia­mo sui col­li bosca­ti che si iner­pi­ca­no ad ove­st di Lil­le­ham­mer, nel­lo spot indi­vi­dua­to nei pres­si di un pic­co­lo lago, ora inon­da­to di luce. La tem­pe­ra­tu­ra è fre­sca ma il sole sta già scal­dan­do l’a­ria, con­sen­ten­do­ci di pre­pa­ra­re la cola­zio­ne all’e­ster­no. Fac­cia­mo due pas­si costeg­gian­do il laghet­to e poi imboc­can­do un sen­tie­ro che con­du­ce ai vici­ni pasco­li, a giu­di­ca­re dai bela­ti di sva­ria­te

Lago Gjende sotto la cresta Besseggen

Norvegia

Dia­rio di viag­gio Dura­ta 20 gg (29 giu­gno — 18 luglio 2019) Distan­za per­cor­sa 5650 km Costo pp 1250 € Mez­zo di tra­spor­to cam­per­van (Fiat Scu­do 2003)